Cerca qui

“Think”, Franco Baggiani New Quintet [RECENSIONE]

di venerdì, 16 Lug 2021
Accade che la musica stupisca ancora più di quanto ci si possa aspettare, e un genere come il jazz che ha davvero tante anime, tanti cultori difficilmente ormai propone vere novità, ma ogni tanto l'innovazione riesce ad esplodere.

“Miriam”, Gianfranco Menzella Quintet [RECENSIONE]

di sabato, 24 Apr 2021
E Miriam, proprio casualmente, vuol dire "amato": se quindi nelle note jazz c'è passione, sentimento e fantasia, capaci di parlare al cuore, Miriam non è forse il miglior titolo che si poteva trovare a simbolo di questa scelta musicale? Si deve riconoscere, ad un eccellente sassofonista italiano come Gianfranco Menzella, la capacità di farsi apprezzare potenzialmente da un pubblico vasto.

“Until”, Swan Dive [RECENSIONE]

di sabato, 6 Mar 2021

Ritmi sudamericani, flamenco e canzone francese: c'è da chiedersi se non siano queste le più moderne derive del jazz samba che ormai tende ad avvicinarsi sempre più ad una nuova versione del pop melodico e che gli Swan Dive interpretano con metodo.

Il rock segretissimo e di nicchia dei Medullary Paralysis: intervista per F052 | Codici Culturali Magazine

di martedì, 12 Gen 2021

Chissà che fine hanno fatto i Medullary Paralysis: ricordo le belle conversazioni con loro, di una vita fa, e un album in attesa di essere pubblicato. Sul loro canale YouTube sui vedono ancora i momenti in giro per il mondo, tra Cina e Canada... ma dell'album nessuna traccia. Tutti i progetti e le comunicazioni dei Medullary Paralysis sono segretissime e di nicchia, per riuscire a seguirli occorreva praticamente diventare vostri amici e vivere con voi questa grande esperienza. Ma nel mio percorso nella "critica musicale" mi è capitato anche di intervistare loro.

Music fall in Love | La trasformazione dei sentimenti

La magia dell'eterna giovinezza, la bellezza di due sguardi che s'incontrano e un profumo nell'aria tradotti da una musica che fa così...
di giovedì, 19 Ott 2017
È una musica che racconta l'amore prima dell'amore. Le note si dissolvono così, come quando si spruzza un profumo in aria. Resta senz'altro quella voglia di sapere poi come va a finire, rapire quell'eterna giovinezza che ormai ci è entrata nella testa.