• it
  • en
Cerca qui

Fare e Saper Fare webmarketing a Napoli

Investire qui  è un po' come farlo in tutto il Sud, soprattutto per un settore che non ha ancora punti di riferimento: ecco perché ho scelto di lavorare alla Scuola di Webmarketing di Napoli

Oggi ho iniziato un nuovo viaggio e i miei compagni di avventura sono ancora una volta la formazione e il mare. Infatti con l’inaugurazione del nuovo anno alla Scuola di Webmarketing a Napoli, è partito ufficialmente questo nuovo percorso tra alcune delle mie cose preferite.
Grazie alla fiducia che mi stanno dando Alessandro Mazzù, Gennaro Esposito e Paolo Ammendola, lavorerò soprattutto al “Master in “Digital e Social Marketing” 2015-2016. Come per le edizioni passate, anche questa avrà in parte ancora sede a Città della Scienza, ma in virtù dei lavori di “ristrutturazione” che stiamo apportando alla formula del corso, nei prossimi mesi i contenuti,  i docenti e le esperienze di formazione fuori dall’aula saranno del tutto inedite.

Al centro del Master c’è l’esigenza di trasmettere sapere materiale, concreto e pratico, consapevoli che la teoria e la conoscenza accademica vivono in altri ambienti e che, al contrario, una scuola di formazione professionale ha il dovere di offrire il “come si fa”, il “dove farlo” e “con chi farlo”.

 1. “Come si fa”: si progetta in aula ma si sviluppa in azienda

Fare e saper fare webmarketing a Naopoli

Per noi fare formazione per professionisti significa lasciare nulla al caso e curare innanzitutto la scelta dei contenuti: abbiamo deciso di selezionare 10 macro aree del web marketing e lavorare, per moduli, ai temi della digitalizzazione delle imprese:

  • sviluppo di web e mobile app
  • eCommerce
  • posizionamento dei contenuti in ottica SEO e SEM
  • blog, piano editoriale e tecniche copywriting per il web
  • Social Media Marketing
  • brand identity e comunicazione web
  • gestione di campagne di promozione e social advertising.

A proposito di pubblicità online, non tralasceremo poi le risorse professionali per la gestione di Digital Email Marketing, in coerenza con gli altri moduli, quindi studiando campagne DEM per i vari casi di:

  • brand awareness
  • lead generation
  • conversione per l’eCommerce.

Come renderemo pratico tutto questo “saper fare”?
Attraverso i project work.

Fare e Saper Fare webmarketing a Napoli

Divideremo infatti l’aula in gruppi di lavoro e ci metteremo a lavorare a casi reali con le imprese coinvolte nel master: raccogliendo le loro domande di sviluppo o miglioramento della propria presenza online, andremo a osservare i loro processi lavorativi dal vivo, analizzeremo e studieremo in team le soluzioni da proporre e svilupperemo delle vere e proprie consulenze in webmarketing che, alla fine dell’anno, presenteremo direttamente in azienda.

Fare e saper fare webmarketing a Napoli

Daremo vita, insomma, ad una nuova formula di stage, punta di diamante della nostra offerta, che farà vivere ai nostri studenti la reale situazione che i nuovi professionisti del settore vivono, misurandosi direttamente con le situazioni, i problemi e le variabili di tipo sociale e culturale in cui le imprese oggi operano.

2. “Dove farlo”: le imprese napoletane hanno bisogno di consulenza

Dire Napoli è un po’ come dire tutto il Sud: riesce a chiamare risorse dai suoi territori limitrofi grazie alle università e ai distretti industriali, i più importanti d’Italia perché forniscono la base ai grandi brand del Made in Italy, costituendo un ecosistema vincente fatto di brand storici attivi in tutti i settori ma anche nuove realtà aziendali, seppur convivendo con tanti problemi (ne scrissi qualche tempo fa su SenzaFiltro).

Fare e saper fare webmarketing a Napoli

Insomma, si trovano proprio qui le imprese che si affacciano sul web per innovarsi e trovare nuovi mercati, sperimentando la via della digitalizzazione e uscire da una crisi di sistema che in alcun altro posto d’Italia è stata risolta diversamente.
Lavorare sul territorio napoletano fornisce una panoramica di situazioni, insieme positive e negative, che accompagnano il fabbisogni di servizi che le aziende hanno in quest’area.

Dal punto di vista delle nuove professioni, qui le imprese hanno bisogno di tutto: mancano consulenza organizzativadi marketingincubazioneassistenza su finanziamentiformazionericerca di partnership e networking e, non di minore importanza, l’esigenza di un collegamento con il mondo dell’università e della ricerca e nuovi processi di internazionalizzazione.

Fare e saper fare webmarketing a napoli

Chi meglio di noi potrebbe inserirsi e trovare lavoro fornendo soluzioni a queste esigenze? Chi potrebbe emergere come leader di settore se non qualcuno che riesca a portare la digitalizzazione dove ancora non è concretamente attecchita?

3. “Con chi farlo”: solo mentori concreti e operativi

Fare e Saper Fare webmarketing a Napoli

“Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei” dice un vecchio detto. Che non ha tutti i torti.
Quanti corsi in digital e comunicazione web esistono? E quanti propongono i soliti influencer, le tweet star e gli autori di libri su come si fa marketing? Quanti esperti e presunti tali, presenti a tutti gli eventi di settore (e non si capisce effettivamente quand’è che lavorano) vediamo scendere dal palcoscenico e si vestono da docenti per il master di turno? E quante slide copiate e incollate vediamo circolare?
Ecco, sulla base di queste domande abbiamo deciso che nella nostra Scuola solo i relatori davvero concreti e operativi sono i benvenuti.

Noi non ricicliamo corsi online, in house e slide di altri master. Non vendiamo teoria e ricettari, né arruoliamo influencer per riempire l’aula, ma avremo con noi solo relatori “di razza”. Non guarderemo alle soluzioni da manuale, ma alle domande delle aziende. Non parleremo della Apple o di Google quando avremo bisogno di fare degli esempi concreti, ma ci interesseremo delle esigenze di sviluppo e miglioramento che hanno le pmi dei distretti campani e del meridione d’Italia.

Fare e saper fare webmarketing a Napoli

Per questo motivo abbiamo deciso di coinvolgere in primis docenti, aziende e professionisti vicini a noi e scopriremo insieme perché abbiamo in casa già i migliori esempi italiani da seguire. E quando ci mancherà qualcosa, non avremo paura di invitare da fuori chi potrà portarcelo.
Non ci chiuderemo tra di noi per conservare l’idea che qualcuno potrebbe rubarci, ma anzi proveremo a collaborare con i colleghi fuori regione che stimiamo e per cui vale la pena, secondo noi, aprire le porte della scuola e condividere insieme esperienze e idee, a favore del vero obiettivo di chi fa formazione: trasmettere Fare e Saper Fare.
Avremo pazienza e fiducia per raggiungere tutti gli obiettivi che ci poniamo, perché sappiamo che non è facile, ma abbiamo la certezza che sarà gratificante arrivare alla fine dei questa stagione.

Queste sono le premesse del viaggio, delle cose di cui stiamo parlando all’Open Day mentre presentiamo i prossimi corsi e tutto ciò che ci aspetta nei prossimi mesi.

Forse anche per questo nuovo viaggio ci inventeremo un hashtag. Potrebbe funzionare qualcosa come #scuolawmkt, chissà.